Sex workers: imprenditrici del piacere - Brescia Love & Sex Luglio 2021

Oggi parliamo di pornografia. Sicuramente in questo caso non ho bisogno di spiegarvi di cosa si tratta. Si inquadra sempre come perversa la persona che dice di guardare materiale per adulti, quando poi nella realtà è una cosa che tutti fanno ma che pochi ammettono. Risulta interessante riportare come il porno sia cambiato negli ultimi anni e di come anche il pubblico femminile si stia avvicinando a questo mondo, combattendo il pregiudizio che identifica questo piacevole passatempo solo per maschi. Non sono solo aumentate le categorie in modo che tutti i gusti possano essere soddisfatti, sta cambiando anche la struttura maschilista di questo tipo di intrattenimento. Le donne non sono più solo attrici ma diventano registe, produttrici e imprenditrici della pornografia. Non più oggetti, ma soggetti attivi del proprio e dell’altrui piacere. Cavalcando l’onda di questo importante cambiamento ho chiesto ad una amica che lavora in questo settore di riportarci la propria esperienza e aiutarci a comprendere meglio questo mondo.


Ciao Gaia, ti va di presentarti un po’? Ciao sono Gaia 43 anni mamma e moglie. Da circa 10 anni mi occupo di sex toys e di tutto il mondo che circonda il benessere sessuale. Ho una mia e-commerce (La Chiave di Gaia) dove vendo online i migliori sex toys su mercato, di qualità e a tutela della salute. Circa 8 mesi fa ho creato il mio progetto Gaia On Top (gaiaontop.com) creando un canale YouTube di recensione di sex toys e aprendo un canale sulla piattaforma di Pornhub per condividere l’uso dei toys su me stessa mettendoci la faccia e non solo!


Come è nata questa tua idea e come sei arrivata a Pornhub? La mia idea era quella di creare dei contenuti più rivolti alle donne e alle coppie. Volevo insegnare ad usare i sex toys, far capire alle persone i modi migliori per usarli mostrandone tutte le caratteristiche ed incrementare anche le vendite della mia attività. Quando ho deciso di buttarmi ho dovuto pensare ad una piattaforma adatta per la pubblicazione dei video, visto che il contenuto rientra nella pornografia. Ho scelto Pornub perché è un colosso ed è molto serio sia nella gestione dei contenuti che nelle questioni amministrative, infatti adesso ho un’esclusiva con loro! Io non ho mai amato la pornografia e sopratutto l’immagine della donna sottomessa nei video. Ecco che di sicuro i miei video amatoriali sono differenti e devo dire che Pornhub mi sta premiando per questa mia visione. Questo lavoro mi piace, mi diverte e spero di fare qualche cosa di utile per le persone.


Non hai avuto paura ad iniziare questa attività sullo schermo e di quello che la gente avrebbe potuto pensare di te? Hai anche detto che sei sposata, come vive tuo marito tutto questo, è cambiato qualcosa nel vostro matrimonio? Prima di iniziare questo progetto ho valutato tutte le possibili conseguenze, è sempre necessario riflettere prima di entrare in questo mondo. Inizialmente ho cercato di capire se avessi avuto l’appoggio di mio marito, della mia migliore amica e socia in affari e di mia madre, la persona più importante per me. Inoltre, sicuramente, il mio trasferimento a Tenerife ha aiutato la mia disinibizione in questo settore. In Italia esiste un pregiudizio latente implicito verso le sex workers. Molte persone che conosco mi fanno sempre molti complimenti, ma di base mi dicono che non condividono questa scelta; cosa assurda e che stigma il mio lavoro. Io non vado a dire ad una persona che è brava , ad esempio, a fare l’impiegata ma non condivido il suo lavoro; è la mia scelta è il mio lavoro. Quello che riguarda te stessa e la tua famiglia può essere solo condiviso da te e basta. Non ho paura, anzi, sono orgogliosa di quello che faccio e lavoro con passione ogni giorno! Mi sento fortunata ad avere un lavoro dove mi sento libera di esprimere me stessa e la mia voglia di esibizionismo. Mio marito? Felicissimo e mio socio in affari da sempre. Sono circa 20 anni che stiamo insieme (lui è anche il mio regista e attore in alcuni video) e aver iniziato questa attività di video ha davvero dato una svolta alla nostra sessualità. E’ normale che dopo tanti anni con lo stesso partner il desiderio possa calare ecco che, a volte, è necessario creare delle nuove fantasie; non voglio dire che tutti si debbano dare al porno, ma di sicuro addentrarsi in qualche cosa di nuovo e di diverso aiuta a stare insieme. Il buon sesso in coppia è fondamentale, ma lo è ancora di più una buona base di comunicazione e rispetto per vivere bene la sessualità di coppia. Stiamo cercando di creare un porno più simile e realistico vicino alle coppie.


Grazie mille Gaia, per concludere vorresti dire ancora qualcosa a chi ci sta leggendo? Molti accusano il porno di non dare i giusti messaggi ma, a parere mio, il problema non è il messaggio ma come si guarda il porno e con quale consapevolezza. Guardare contenuti per adulti, ad esempio in coppia, può essere utile a stimolare il desiderio sessuale e condividere piaceri difficilmente confessabili ma che fanno parte dei nostri istinti primari.



13 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti